ANDREA POLENTA

ERREBI MARMI
Via Brigate Partigiane 13


Inizialmente l' operato artistico di Andrea Polenta andava a braccetto con la spontaneità: creava forme e schizzi senza pensare, utilizzando i colori che colpivano di più l’osservatore solo dal punto di vista estetico.
Negli anni ha maturato un pensiero differente, abbinando la spontaneità al ragionamento, ma soprattutto abbinando l’improvvisazione di un gesto al raggiungimento di un tema ben preciso.
Partendo da pennellate di sfondo per arrivare al dripping e al colore spalmato con spatole, esce fuori un soggetto, seppure astratto, collegato al titolo dell’opera.
Polenta è solito accompagnare le proprie tele con piccole poesie che narrano una storia, raggiungendo l’argomento scelto. I soggetti che tratta sono molteplici. Ad eccezione di ritratti umani con sfondo astratto sempre nel suo stile, i protagonisti sono perlopiù incorporei, per lasciare quel minimo di “finale aperto” a chi lo osserva. Uno dei temi che ultimamente affronta è l’amore, esporsi al proprio amato e dichiarare le proprie emozioni poiché, a parer dell'artista, bisogna sempre buttarsi e credere nelle proprie capacità, evitando di tenersi tutto dentro per paura di non farcela.

 


 


Andrea Polenta nasce a Carrara nel 1996, dove tutt’ora vive e lavora. Si diploma al Liceo scientifico “Guglielmo Marconi” di Carrara e attualmente sta frequentando il quarto anno della facoltà di Architettura presso l’Università degli Studi di Firenze.