Vino Sano

VINO SANO 2018
2° Rassegna di Vini Naturali

Domenica 3 giugno ore 11.00 - 23.00 Lunedi 4 giugno ore 11.00 - 19.00


Scopri i relatori d’eccezione della rassegna!

VinoSano è l’occasione di incontrare i vignaioli, quelli che fanno il vino naturale. Cos’è il vino naturale lo spiegheranno, alcuni ospiti di eccezione, durante la rassegna.

In Piazza Accademia potrai assaggiare i vini dei produttori in mostra: insieme al biglietto di ingresso riceverai un calice che ti accompagnerà nel tuo percorso di degustazione.

– Costo di ingresso + calice  da degustazione € 12 –

Domenica 3 giugno ore 17.00 a Palazzo Binelli, Via Verdi,si terrà il Convegno
Il vino è un prdotto naturale?
con i seguenti ospiti:
Dott. Ruggero Mazzilli  Agronomo e fondatore di SPEVIS (Stazione Sperimentale per la Viticoltura Sostenibile)
Prof. Andrea Lucchi Ordinario di Entomologia, Dipartimento di Scienze Agrarie – Università di Pisa
Dott. Lamberto Tosi Enologo, referente SlowFood e organizzatore di Terre di Toscana
Dott. Gabriele Bechini Rappresentante Banca Etica
Dott.Giorgio Baccigalupi Enologo
Dott. Emanuele Bertocchi Autore di scritti sul prodotto tipico Apuano


IL VINO NATURALE ESISTE E SI FA NELLA VIGNA

L’aggettivo “naturale” si riferisce al modo di vinificazione, non al lavoro agricolo in vigna. Per quanto in Italia non esista un disciplinare dei vini naturali c’è un sostanziale accordo tra produttori e bevitori sui modi di vinificazione di un vino naturale. L’accordo di fatto deriva dal significato della parola “naturale” nella lingua italiana, così in alcuni dizionari:
  • “naturale” secondo il Treccani: a. Di cosa che è in natura, che è secondo natura, conforme all’ordine della natura (…) In contrapp. a ciò che è artificiale o posticcio o sintetico
  • “naturale” secondo il Garzanti: 2 che deriva dalla natura; che si ha per natura; 3 (estens.) genuino, non alterato (opposto ad artificiale)
Vini naturali, artigianali, di territorio…

Chiariamo subito che non esiste una definizione univoca di “vino naturale”. Peraltro, il nome dato a questo tipo di vini non esclude la caratteristica di “naturalità” dei vini biologici e biodinamici, ma riguarda, secondo la nostra opinione, i produttori che non si sottopongono necessariamente ad una certificazione e al tempo stesso rifiutano di usare prodotti chimici di sintesi e di intervenire nel lavoro di cantina con pratiche enologiche invasive.

L’intento di questi produttori è quello di creare vini che siano il più possibile “figli” del territorio e della cultura dai quali provengono, rispettosi dei cicli della natura.

    Image

        Vini Naturali

    Image

        Vini Biologici

    Image

        Vini Biodinamici

    Image

        Vini Convenzionali