Non solo Marble Café, White Carrara Downtown è itinerante  


Il Marble Café di “White Carrara Downtown” diventa itinerante: le location previste per gli appuntamenti del salotto letterario cittadino saranno Piazza Alberica, l’Accademia di Belle Arti e il giardino di Palazzo Binelli, dove si alterneranno le numerose occasioni di incontro e di intrattenimento del festival diffuso organizzato dal 18 al 26 luglio da IMM CarraraFiere. 

"Abbiamo costruito questa edizione di White Carrara Downtown nell’incertezza legata all’evoluzione dell’emergenza sanitaria ma era importante per noi, per la ImmCarrara Fiere, continuare a dare alla città di Carrara un evento in grado di richiamare pubblico locale ed intercettare presenze dai territori limitrofi, sostenere commercio e consumi con una programmazione variegata e promuovere il nostro magnifico territorio. – spiega Fabio Felici, Presidente ImmCarrarafiere Spa –White Carrara Downtown si è connotato, edizione dopo edizione, per la sua capacità di comunicare ad un pubblico molto diverso e soprattutto utilizzando linguaggi molto diversi tra di loro. Comunichiamo con l’arte, con la musica, la danza, il teatro, la cultura, il cibo partendo dall’elemento marmo che è il filo conduttore della nostra storia e del nostro Festival. Ringrazio tutta la struttura di ImmCarrara Fiere per lo straordinario lavoro tra le mille difficoltà. Ringrazio tutti gli artisti che hanno dato la loro disponibilità, Emma Castè e tutti coloro che, a vario titolo, hanno collaborato. Sono convinto che sarà un’edizione molto positiva per Carrara”. Saranno molti gli appuntamenti da vivere nelle gradevoli serate estive di questo mese, a iniziare dalla danza con “Motus Marmoris – Omaggio ad Antonio Canova” una produzione originale per White Carrara Downtown con coreografie di Damiano Artale, grazie alla quale La Danzatrice, Orfeo, Euridice e Perseo, fra le più celebri sculture in marmo di Carrara dello scultore Canova, prenderanno vita danzando. Ad interpretare le opere saranno i ballerini classici Rebeca Zucchegni, Vito Volpicella, Federica Lamonaca e Francesco Totaro. Le rappresentazioni Motus Marmoris andranno in scena ogni sera dal 20 al 25 luglio, a partire dalle 20:00 e fino alle 22:00, con alternanza degli spettacoli sulle tre location.

Agli appassionati di lirica il Marble Café offrirà magnifiche “Pillole d’Opera” da ascoltare nella splendida cornice del giardino di Palazzo Binelli, ma anche nella bellissima Piazza Alberica. Si inizia il 20 luglio con il Circolo Carrarese Amici della Lirica "A.Mercuriali" e si prosegue per le tre serate del  23, 24 e 25 luglio con, rispettivamente, le celeberrime arie pucciniane di Tosca, Boheme e Madama Butterfly. Il programma prevede anche due performance teatrali: martedì 21 luglio la compagnia Boofe Koor Tatro presenterà “Duo ex machina: telemachia primo studio”  progetto di e con Matte Ciucci e Alessio Mosti; il 23 luglio andrà in scena “Crave” spettacolo tratto da un testo colmo di dubbi e assenze, come i mesi che abbiamo vissuto, con cui si cimenterà la compagnia Gli Itineranti, per la regia di Jacopo Marconi. Entrambi gli spettacoli si terranno al Giardino di Palazzo Binelli. Sul fronte reading e presentazioni sono molte le iniziative in programma; fra le tante che si alterneranno sui vari palchi cittadini ricordiamo “Da Frankenstein ad AlexaL'intelligenza Artificiale tra Arte e Scienza.”, un’originale escursione nei meandri dell’intelligenza artificiale a cura dell'autore Renato De Rosa, la presentazione del libro “Coam58: La Coppa America, dal dopoguerra ai giorni nostri” saggio sulla storia del trofeo velico più antico e famoso al mondo di Elettra Nicodemi per l’Associazione Artemisia, la presentazione del "In cerca di empatia. Il settore lapideo, le imprese e le comunità locali" raccolta di Andrea Balestri e la presentazione della guida  “A sentimental journey through Carrara – La colonia anglo-americana a Carrara nell’Ottocento nella capitale del marmo” a cura di Marzia Dati. Graditi ospiti al Marble Café saranno, fra gli altri, lo scultore e artista internazionale Jago (nome d’arte di Jacopo Cardillo) primo artista ad inviare una scultura in marmo - "The first baby" - nella stazione spaziale internazionale, opera che sarà mostrata in videoproiezione in vari punti della città, e la cantante, ma anche cantautrice, Eliza G con un’intervista sul palco di Piazza Alberica domenica 20. Eliza G, nome d’arte di Elisa Gaiotto, classe 1984, musicalmente spazia dall’electropop all’acustico ed è stata la rivelazione di The Voice of Italy, talent show a cui ha preso parte nel 2019 determinata ad avere successo anche in patria, dopo averne collezionati molti nei paesi latinoamericani ed in Europa, dove viene definita “Urban Pop Diva”.  Protagonista indiscussa dei locali notturni più famosi insieme a star del calibro di Afrojack (fidanzato di Elettra Lamborghini) Benny Benassi e Steve Aoki, ha intrapreso diversi tour in Brasile e in America Latina. Con il brano The Way, realizzato nello studio di David Guetta, Eliza G è arrivata in cima alle classifiche mondiali, ottenendo oltre 2 milioni di views su YouTube. 

Videoproiezioni in contemporanea mondiale, coinvolte le facciate di Chiesa del Carmine e Duomo

White Carrara Downtown, il festival diffuso dedicato al marmo e organizzato da IMM CarraraFiere con partner istituzionale il Comune di Carrara farà risplendere di nuove luci anche la Chiesa del Carmine, il palazzo dell’Antica Drogheria Riacci in Corso Rosselli e il Duomo di Sant’Andrea. Sarà infatti sulle loro facciate che potremo ammirare ogni sera, fra il 18 e il 26 luglio, le videoproiezioni allestite nell’ambito dell’evento, un perfetto caleidoscopio di immagini per evidenziare la bellezza e la storia della città e del suo territorio sia ricordando le precedenti edizioni di White Carrara che raccontando il primato dell’arte scultorea celebrato con il Museo Carmi, ovvero Museo Carrara e Michelangelo, dedicato non a caso all’artista icona indiscussa del Rinascimento, che ha lasciato un segno indelebile nella storia della città. Grazie a questa iniziativa sarà anche possibile conoscere “The first baby” la scultura in marmo raffigurante il feto di un bambino che il social artist internazionale Jago ha deciso di mandare in orbita nella stazione spaziale internazionale guidata da Luca Parmitano. Il talentuoso artista italiano, che si ispira agli artisti del Rinascimento spaziando dall’espressività realista della scultura alla produzione video contemporanea, primo artista nella storia a mandare nello spazio una sua opera, sarà il super ospite del Marble Café in Piazza Alberica martedì 21 luglio. Da segnalare l’adesione al progetto “Lazzero_Art doesn’t sleep” in programma giovedì 23 luglio alle ore 22.30 con la videoproiezione in contemporanea mondiale della mostra collettiva di artisti che hanno prodotto opere durante il lockdown a Bangkok, Istanbul, Riga, Roma, Milano, Londra,  New York, Lima, Città del Messico.

Foodlovers: il marmo è servito…a tavola, menù dedicati alle specialità del territorio nei ristoranti. 

L’edizione 2020 di White Carrara Downtown oltre al gusto per la cultura e gli spettacoli solleticherà anche quello dedicato alla scoperta delle delizie gastronomiche locali. Tornano infatti i menù a tema, per colore – ovviamente il bianco – o per tradizione culinaria, dei ristoratori che aderiscono al circuito “Il Marmo è servito”, nello specifico Re Bacco, La Petite Cuisine, Merope’s Steak House, Pizzeria Al Teatro, Cafè de’ Medici, Le Zie, Ristorante Roma, Osteria La Piazza, Bar Pizzeria B. A Carrara l’arte culinaria nasce dalla necessità dei cavatori di consumare preparazioni ricche di apporto nutritivo e cucinate con metodi e marinature adatte alla conservazione: protagonista indiscusso è il lardo di Colonnata, un tempo companatico “povero”, oggi rinomato in tutto il mondo e sul podio dei gourmet. Il lardo rappresenta ancora oggi il prodotto più identitario del territorio carrarese; gli fanno compagnia altri piatti della tradizione locale, come il baccalà, pasta e fagioli, la polenta incatenata, il pancotto, la torta di riso ma anche, in onore del mare, i piatti a base di pesce azzurro. Il circuito dei ristoratori aderenti all’iniziativa “Il Marmo è servito” si inserisce nell’ambito della positiva collaborazione in atto fra IMM CarraraFiere e il mondo associativo ai fini della promozione territoriale. Le sinergie attivate in occasione di White Carrara Downtown evidenziano infatti al meglio le numerose opportunità offerte ai visitatori dalla città e dai suoi dintorni, diventando così ottimo strumento di marketing territoriale. All’edizione 2020 del festival diffuso prendono parte: Associazione Amici dell’Accademia di Belle Arti di Carrara; Dickens Fellowship Carrara Branch, Accademia Albericiana, Italia Nostra, Carrara... un Museo a Cielo Aperto, Circolo Carrarese Amici della Lirica "A. Mercuriali, Artemisia, Società di Danza ottocentesca Versilia e Massa Carrara, Accademia ArunticaAntica Massa Cybea.

White Carrara Downtown by CARRARA² è un evento organizzato da Internazionale Marmi e Macchine Carrarafiere SpA con il Patrocinio di Regione Toscana - Partner Istituzionali Comune di Carrara e CCIAA Massa-Carrara. L’iniziativa è inserita nel progetto Carrara Città Creativa UNESCO

White Carrara Downtown si terrà nel rispetto delle indicazioni in materia di distanziamento sociale e delle linee guida anti-Covid.