MARBLE CAFE'
PERFORMANCE TEATRALI

ORLANDO FURIOSO
Gli Itineranti
Regia di Jacopo Marconi


Giovedì 22  Luglio | ore 21.30 |
Giardino Palazzo Binelli


L'anno scorso abbiamo portato in scena Crave di Sarah Kane. L'idea era quella di riflettere sul dolore, sulle ingiustizie e le contraddizioni che la pandemia aveva portato a galla attraverso un testo criptico, ambiguo e rischioso. Con Orlando Furioso di Ludovico Ariosto vogliamo compiere un'operazione completamente diversa: la scena e l'intreccio è come se richiamassero gli attori, attirandoli in mondi magici, che non possono esistere al di fuori dello spazio scenico. I personaggi, e di conseguenza l'arte dell'attore, non hanno modo di vivere al di là del palcoscenico e dopo un anno di chiusure forzate è come se questi si riappropriassero dei loro spazi, dei loro luoghi, dei loro habitat; proprio come ha fatto la natura quando l'uomo era forzato in casa e non poteva invadere i suoi territori. Resilienza della natura, che è anche il tema di questa rassegna, e resilienza e resistenza del teatro, che dopo un anno finalmente può tornare a raccontare, narrare e costruire mondi solo come l'arte scenica, da sempre, è in grado di fare.”

(Jacopo Marconi, Note di regia)

 

Gli Itineranti si cimentano con un testo centrale della nostra cultura e della nostra formazione, che ha influenzato le arti visive, la musica e le arti sceniche: da Antonio Vivaldi a Handel, da Luca Ronconi ad Armando Punzo fino ai pupi di Mimmo Cuticchio, Orlando Furioso non ha mai smesso di esercitare un grandissimo fascino su artisti, lettori e spettatori proprio per la sua continua e impossibile ricerca di una narrazione illimitata.

 

Da: Ludovico Ariosto

Regia e adattamento di: Jacopo Marconi

Scene e costumi di: Jacopo Marconi - Irene Pogioli - Livia Vezzoni

In scena: Mario Cucurnia – Valeria Farina – Leonardo Marselli – Irene Pogioli – Arianna Santini – Gianni Andrea Vinchesi

 

Jacopo Marconi ha seguito i corsi di recitazione di Blanca Teatro di Carrara e il biennio di regia teatrale presso Teatro del Cerchio di Parma. Si dedica anche allo studio della regia lirica con Alberto Oliva presso ADADS di Milano. Studia beni artistici e dello spettacolo all'Università di Parma. Ha partecipato al Festival Donna Anima e Corpo, White Carrara Downtown, Lucca Città di Carta e le rassegne Spazi d’Ozio e Dietro L’Angolo di Parma. Lavora con l’attore e performer Antonio Bertusi, il movimento artistico olandese Theatre Na De Dam e la scrittrice Melania Soriani. Ha scritto più volte per il quotidiano Il Tirreno. Ha diretto: Medea (2018), Fedra (2018), Antigone (2019), La Locandiera (2018) e Crave (2020). Ha scritto e diretto: Extraordinari (2019), Morte non accidentale di un poeta (2019) vincitore del Premio Giuria Giovani alla vetrina teatrale Dietro l’Angolo (Parma), MigrAzione (2019), Frammenti di Amir (2019) e La Liberazione era per gli altri (2020). È fondatore del gruppo teatrale giovanile Gli Itineranti.

 

Gli Itineranti sono un gruppo teatrale giovanile che riunisce ragazzi e ragazze del territorio carrarese che opera dal 2017. Fondato da Jacopo Marconi, il gruppo si è cimentato in testi del teatro antico e moderno, testi inediti e contemporanei, collaborando con varie associazioni come OSG Carrara, Centro Anch’io e Teatro del Cerchio di Parma. Hanno partecipato a molti festival importanti come Donna, Anima e Corpo promosso dal Biscottificio fabbrica Dogliani di Massa o Dietro l’Angolo e la kermesse Spazi d’Ozio di Parma. Hanno attivato una campagna di sensibilizzazione nei confronti delle arti performative, esibendosi o tenendo incontri negli istituti superiori del territorio. Sono membri fissi del gruppo Mario Cucurnia, Valeria Farina, Leonardo Marselli, Irene Pogioli, Arianna Santini, Livia Vezzoni, Gianni Andrea Vinchesi ma collaborano con molti altri giovani provenienti da altre scuole teatrali o compagnie del territorio.